Luigi Garosci

Luigi Garosci è nato a Torino il 27 maggio 1939, ed ha frequentato, fino alla maturità, il Liceo Scientifico al Collegio San Giuseppe di Torino.
Nella stessa città ha conseguito, a pieni voti, la Laurea in Economia e Commercio.
Vive a Torino: è sposato con due figli.

Entra nella Garosci S.p.A., azienda di famiglia, nel 1959.
Nel 1965 viene chiamato a far parte del Consiglio di Amministrazione della Società, di cui diviene Direttore Generale nel 1976 ed Amministratore Delegato nel 1979.
Sono gli anni della profonda trasformazione della distribuzione in Italia.
Luigi Garosci partecipa attivamente a questo processo di ammodernamento e razionalizzazione che porta alla costituzione della Végé Italia, organizzazione che raggruppa le principali aziende distributive del Paese.

Entrato nel Consiglio di Amministrazione del Gruppo Végé nel 1975, nel 1978 ne assume la Presidenza che mantiene fino al 1986.
In quegli anni il Gruppo Végé raggiunge la posizione di leader italiano nel settore della distribuzione organizzata.
Negli anni successivi dà vita a diverse iniziative commerciali operanti con oltre 250 punti di vendita di media e grande dimensione con le insegne Mega (grandi supermercati), DìperDì (supermercati di vicinato), Continente (ipermercati), Docks Market (cash and carry), ecc..

Con alcuni colleghi italiani fonda Intermedia che si afferma come prima centrale d’acquisti del Paese.
Inizia la collaborazione societaria con il Gruppo francese Promodes (ora Carrefour) per l’apertura e lo sviluppo di ipermercati in Italia.
E’ stato per molti anni membro della Giunta Confcommercio.
Nel 1985 gli è stato conferito il riconoscimento “Torinese dell’anno”.

Nel periodo 1998-2000 ha ricoperto la carica di Consigliere della Fondazione CRT.
Nei primi anni ’90 entra a far parte della Consulta per la valorizzazione dei Beni artistici e culturali di Torino, di cui assume la Presidenza nel 1999-2000 e successivamente nel 2004-2006.

Vice-Presidente della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea – CRT e Consigliere di Amministrazione della Galleria d’Arte Moderna di Torino per alcuni anni.
Nel 2003 – 2006 Consigliere, membro del Comitato Esecutivo e Presidente del Comitato Audit della IFIL S.p.A.

Attualmente, dopo aver lasciato il settore della grande distribuzione, ha dato vita ad una “Family Company” che opera nel settore finanziario ed immobiliare.

SOCI